Ospitalità

dal 23 febbraio 2017 al 24 febbraio 2017 ore 20.45
Sandro Mabellini

la cosa giusta

da Sofocle - riscrittura di Deborah Gambetta
Uno spettacolo di Sandro Mabellini
ANTIGONE | Chiara Verzola
CREONTE | Stefano Baffetti
ISMENE | Cecilia Elda Campani
EMONE | Alberto Baraghini
CORO Mezzosoprano | Francesca Lisetto
Musiche originali e contrabbasso | Pietro Cavallucci
Supervisione ai costumi | Chiara Amaltea Ciarelli
Collaborazione alla produzione
Olinda - Milano
Beat 72 - Roma
Espaceouvert - Bruxelles


L’Antigone di Sofocle è una delle tragedie più trattate e riscritte nel corso dei secoli, e questo primato lo deve all’universalità, nonché eternità, del conflitto che mette in scena: quello tra etica e politica, tra legge di natura e legge dello Stato. Possiamo declinare questo conflitto in mille sfumature, ma il cardine attorno cui gira ogni riscrittura è sempre la dialettica che si instaura tra l’individuo e la società, tra la coscienza del singolo e il corpus di norme che regolano la vita comune. Ogni volta che qualcuno subisce l’ingiustizia di una legge che reputa iniqua ci troviamo di fronte a una Antigone. 

Nella nostra epoca, e soprattutto alle nostre latitudini, il conflitto tra Stato e coscienza del singolo assume caratteri più sfumati, forse più ambigui e sfuggenti rispetto a periodi storici più caratterizzati (dove per esempio la figura di Creonte poteva ben rappresentare i regimi totalitari), ma non per questo l’inconciliabilità tra legge di natura e legge dello Stato si fa meno incisiva. Riproporre oggi una versione dell’Antigone significa sondare questo territorio in cui il singolo da un lato beneficia delle norme che regolano il bene comune, dall’altro può accadergli di incappare in una stortura della legge che lo vede di colpo antagonista. Perché bene comune non significa automaticamente bene del singolo.


INFO & PRENOTAZIONI
biglietto unico 10 euro
t. +39 02 66200646
olinda@olinda.org

*** La replica del 24 febbraio è rivolta solo agli under 26 nell'ambito dell'iniziativa Una poltrona per Te, promossa dal Comune di Milano.
Prenota qui >> www.unapoltronaperte.it

 


 

dal 1 dicembre 2016 al 2 dicembre 2016 ore 21.00
Agrupación Señor Serrano

Stormi di uccelli migratori che formano indecifrabili disegni in cielo. Movimento. Vita. Nulla nel cosmo sta fermo.
Che senso ha costruire muri e recinzioni per fermare gli stormi di uccelli?

Birdie mette a confronto due miraggi.
Da una parte welfare, rispetto dei diritti umani, prosperità, facilità di movimento per informazioni e capitali.
Dall’altra guerre, sfruttamento, persecuzioni, ostacoli per i migranti.

Uno spettacolo multimediale, visionario e razionale al contempo, che affronta l’evoluzione e la sopravvivenza del genere umano con spirito critico e arguzia in una sapiente composizione di performance dal vivo, videoriprese in diretta, modellini in scala, film d’autore e ritagli di giornale.

Dal gruppo di punta della scena catalana, Leone d’Argento alla Biennale di Venezia 2015.

Creazione Àlex Serrano, Pau Palacios, Ferran Dordal; performance Àlex Serrano, Pau Palacios, Alberto Barberá; project manager Barbara Bloin; produzione GREC Festival de Barcelona, Fabrique de Théâtre – Service des Arts de la Scène de la Province de Hainaut, Festival TNT – Terrassa Noves Tendències, Monty Kultuurfaktorij, Konfrontacje Teatralne Festival; sponsor degli animali in miniatura Safari Ltd; www.srserrano.com


INFO & PRENOTAZIONI
dal lunedì al venerdì 10.00 - 19.00
+39 02 97378443
+39 393 8767162
biglietti@zonak.it

 

 

 

 

 

Copyright © 2017 Olinda. Tutti i diritti riservati